POLANSKI IN PRIGIONE

Romanpolanski.jpgIl regista Roman Polanski è stato arrestato la settimana scorsa per aver stuprato una minorenne nel 1977 ad Hollywood. Il mandato d’arresto era pronto dal 1978,ma non gli era mai stato recapitato perché Polanski ha evitato per 30 anni Paesi in cui rischiava l’arresto per gli accordi con gli Usa.

L’Associazione degli scrittori e dei registi parla di scandalo, la Polonia vuole chiedere alla Svizzera e agli Usa di rimetterlo in libertà, la Francia lo difende. Lo scandalo secondo me è vedere questa gente che fa due pesi due misure e pretende anche di vederci tutti d’accordo. Se lo fa l’uomo comune allora siamo tutti scioccati e tutti d’accordo che uno così debba vivere  ( e morire ) in prigione. Se lo fa il personaggio famoso allora non è grave anzi è forse anche colpa della minorenne che lo ha provocato. Come diceva La Fontaine ‘ Della giustizia quando siede al banco, sempre il potente come giglio è bianco. Ma se a seder si pone il poveraccio, è  un sacco di carbone ‘

Lo scandalo è vedere gente rispettata come Monica Bellucci ed altri che firmano una petizione per lasciare in giro un depravato accertato che invita delle minorenne a fare provini a casa d’amici e che le stupra…..

Ditemi ora il vostro parere sul grande genio di Polanski che, nonostante tutto, rimane un uomo, e di quella cattiva specie che violenta le minorenni e vive tranquillo, anche se è stato trent’anni fa.

POLANSKI IN PRIGIONEultima modifica: 2009-10-03T10:19:00+02:00da juniorino1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “POLANSKI IN PRIGIONE

  1. Hanno firmato una petizione che chiede l’immediato rilascio del regista. Registi e artisti di tutto il mondo, tra cui Costa-Gavras, Wong Kar-Wai, Fanny Ardant, o Monica Bellucci, hanno deciso di firmare una petizione per protestare contro l’arresto di Roman Polanski in Svizzera, e chiedono la sua “liberazione immediata.Tra quelli che hanno firmato la petizione, ci sono anche altri grandi nomi di Hollywood, come Ettore Scola, Marco Bellocchio, Tony Gatlif, Pierre Jolivet, Gilles Jacob e Bertrand Tavernier. Il ricorso è firmato anche dai francesi Cinematheque, il Festival de Cannes, la Società di Autori e Compositori Drammatici (SACD), ARP (autori, registi e produttori) e il gruppo di 25 immagini (Associazione dei Direttori di fiction televisiva). La classe politica francese difende il regista. Bernard Kouchner Ha scritto al suo omologo polacco alla U. S. Segretario di Stato Hillary Clinton per chiedere la liberazione del regista franco-polacco.
    Il ministro francese della Cultura e della Comunicazione dichiara “assolutamente raccapricciante” l’arresto del regista, Frédéric Mitterrand su Europa 1. Ha dichiarato che L ‘ex ministro della Cultura Jack Lang anche lui concorda e’ ritiene l’arresto d’incredibile e sproporzionato “. Nicolas Sarkozy apparentemente sta seguendo il caso “molto attentamente”…IO INVECE DICO, VERGOGNA A TUTTE QUESTE PERSONE…Sono persone importanti certo!!!… ma chi cazzo se ne frega, questi politici sono stati eletti dal popolo francese, ma questo non vuol dire che i FRANCESI, il popolo, sono d’accordo con questa categoria di gente, il regista ha violentato una ragazza e deve pagare, punto e’ basta 😉 Mayo

Lascia un commento